giovedì 8 agosto 2013

NUOVA ALFA ROMEO GIULIA: sarà a trazione posteriore?




NUOVA ALFA ROMEO GIULIA - Lo sviluppo della nuova Alfa Romeo Giulia è in stato avanzato di progettazione tuttavia le caratteristiche tecniche del nuovo modello sono ancora top secret; anche perchè, secondo le indiscrezioni, i vertici del Gruppo Fiat - Chrysler avrebbero avuto diversi ripensamenti su alcune questioni tecniche che di fatto ne hanno posticipato il lancio sul mercato dal 2013 al 2015.

La prima questione ha riguardato lo stile, inizialmente ritenuto poco adatto ai gusti degli americani, mercato nel quale la nuova Alfa Romeo Giulia dovrà conquistare una clientela tutta nuova e dovrà contrastare un'agguerrita concorrenza, tra cui i marchi tedeschi e giapponesi molto diffusi negli USA. Le due immagini sono relative a due recenti rendering diffusi su internet che anticipano due ipotesi di stile per la nuova Giulia.

La seconda questione riguarda un ripensamento per quanto riguarda la piattaforma da utilizzare per il nuovo modello. Nella prima fase di progetto si pensava al pianale della Giulietta, opportunatamente modificato ed allungato, già condiviso dalla Dodge Dart e dalla Fiat Viaggio, ma recenti informazioni (non ufficiali) parlano di un deciso cambio di rotta a favore di una piattaforma inedita e progettata per montare la trazione posteriore che servirà da base per futuri modelli Alfa Romeo, Maserati, Dodge e Chrysler. Anche per questo motivo e nell'ottica delle sinergie e condivisioni di gruppo, la nuova Giulia sarà assemblata negli Stati Uniti.

La nuova Alfa Romeo Giulia, per raggiungere il suo obbiettivo commerciale, sarà una berlina a tre volumi e quattro porte premium (declinata successivamente anche in versione station wagon per il mercato europeo) di generose dimensioni che avrà tra i punti di forza proprio la trazione posteriore, che esalterà il piacere di guida, e un look decisamente sportivo.

Nessuna informazione è trapelata fin'ora per quanto riguarda le motorizzazioni, ma considerata l'anima sportiva che la nuova Alfa Rome Giulia dovrà avere e i gusti dei clienti americani è facile ipotizzare l'utilizzo di propulsori altamente prestazionali e di ultima generazione.

Scopri il piano di rilancia del marchio Alfa Romeo sul sito Trendmotori.com alla pagina: Nuovi modelli Alfa Romeo

2 commenti:

FENDINEBBIA ha detto...

ANCHE QUESTA PRODUZIONE NON SARA' ITALIANA.. NON E' UN MALE ASSOLUTO. FORSE, CAPIREMO CHE LA NOSTRA VERA RISORSA, LA NOSTRA RICCHEZZA E' COSTITUITA DALL'AMBIENTE E DAL PAESAGGIO. CHISSA', FORSE, MA MOLTO FORSE, RIUSCIREMO AD AVERE UNA CLASSE POLITICA, TALMENTE INTELLIGENTE DA SPINGERE L'ACCELERATORE SUL SETTORE TURISMO.........FORSE!

Stefano ha detto...

Ben detto !!

Del resto, se costruire auto "non di lusso" in Italia è poco conveniente senza aiuti dallo stato non è certo colpa della Fiat...